Chi è Alvaro Molteni

Alvaro Molteni - AutoritrattoAlvaro Molteni, che si firmava semplicemente Alvaro, è stato uno dei più famosi ed importanti disegnatori per tessuti ed artisti del comasco. Nato a Como nel 1920 e formatosi alla Scuola d’Arti e Mestieri, fin da giovane si interessò al mondo dell’arte e del disegno per tessuti, lavorando come apprendista di Piero Persicalli.

Artista, disegnatore e innovatore, Molteni nella sua lunga carriera durata settant’anni ha saputo creare opere d’arte in ogni lavoro che eseguiva, dai disegni per cravatte e foulard ai suoi quadri, sempre ricchi di significato, nonostante la forma espressiva semplice e minimalista utilizzata.

Nella mostra e in tutte le opere dell’artista comasco si può notare la sua capacità di intuire le tendenze artistiche e della moda nel corso degli anni e di interpretarle sempre in modo innovativo e personale, creando così dei pezzi unici e di altissimo valore. Le sue abilità non si limitavano tuttavia al saper cogliere le richieste del settore, ma comprendevano anche l’essere in grado di trarre spunto dagli oggetti più comuni per creare una nuova opera o un nuovo disegno. Ad esempio i motivi di delle ringhiere di ferro sono stati riutilizzati da Alvaro per la realizzazione un disegno per cravatte.

Le caratteristiche della sua produzione si collocano perfettamente in quello che è l’astrattismo, infatti egli apparteneva al Gruppo degli Astrattisti comaschi, avanguardia che si è contraddistinta per l’innovazione pittorica caratterizzata da segni astratti.

Ciò che ha sempre contraddistinto la pittura di Molteni sono stati la leggerezza, la raffinatezza, l’uso del colori, di cui quelli usati più di frequente sono il blu, il rosso, il bianco e il nero. Tutte le sue opere risultano molto semplici e pulite, ricche di rigore, discrezione e riservatezza, mai pesanti, mai eccessive.

Essenziale e moderato, trasmetteva con pochissimi tratti e colori, attraverso l’astrazione geometrica, messaggi profondi, con semplicità ed eleganza. È mancato a 95 anni, lasciando il panorama comasco privo di uno dei suoi più alti rappresentanti, ma anche ricco di tutto quello che ha creato nel corso della vita.

Locandina 30 x 40 X Museo

La realizzazione del progetto di comunicazione

Ad un anno dalla scomparsa di Alvaro Molteni il Museo della Seta di Como ha deciso di organizzare una mostra dedicata all’artista esponendo le opere della donazione predisposta da Alvaro. L’esposizione sarà visitabile fino al 31 ottobre.

Il Museo della Seta è nato a Como come luogo della memoria storica dell’industria serica.
Le sale espositive, così come i reperti al loro interno, offrono al visitatore la possibilità di conoscere, nel modo più completo possibile, non solo il processo produttivo ma anche le singole fasi lavorative che lo caratterizzano.

Grafici Senza Frontiere ha cooperato con Yannick Boussemart e la società Cooperativa Editoriale Lariana realizzando il progetto per manifesto, locandina, catolina di invito, un libretto contenente una parte dei 120 disegni donati dalle figlie Monica Barbara e per i pannelli di presentazione della mostra esposti presso il Museo.

La mostra e le attività dedicate

La mostra segue un percorso per temi e colori, non un percorso cronologico delle opere ed è organizzata in sale dedicate a diversi temi.  Le sale hanno l’obiettivo di mettere in risalto la creatività e la versatilità di un così grande artista. I temi delle sue opere sono differenti a seconda delle stagioni e si collegano ai fiori, allo sport, piuttosto che al bianco e il nero o l’astrattismo… e molto altro.

Contemporaneamente all’esposizione saranno organizzate anche degli eventi, delle conversazioni, grazie anche all’impegno dell’Associazione Italiana Disegnatori Tessili, al fine di costruire un futuro comune e di dialogo per il settore.

 

Originally posted 2016-07-22 13:40:53.

(Visited 394 times, 1 visits today)