Tomaso Baj

/Tomaso Baj

About Tomaso Baj

Tomaso Baj è nato nel 1974. Figlio di Cesare, pilota di idrovolanti, cresce presso la base aerea di Como. Sfruttando, durante l’infanzia, ogni occasione per salire sugli idrovolanti insieme ai piloti, a 12 anni impara a pilotare e da subito conduce un volo dalla base di Como all’idroaviosuperficie di Ischia. A 13 anni per mancanza di personale presso l’idroscalo, effettua con un pilota, su ordine dell’Esercito Italiano, una ricognizione fotografica aerea sulla zona alluvionata della Valtellina. Insieme al padre, designer ed editore scientifico, realizza le parti esecutive di mappe aeronautiche e strumentazioni scientifiche di calcolo analogico e strumenti di navigazione (tra cui il Planetario Tascabile Hoepli). La formazione editoriale avviene come apprendista in diverse case editrici, tra cui Red Edizioni di Maurizio Rosemberg Colorni, dove si occupa di diritti dei popoli del mondo, con la realizzazione di 50 libri con cd-audio allegati contenenti musica etnica. Tra il 1994 e il 1996 realizza un fotoreportage sulla vita usi e costumi di gruppi di alternativi, ribelli, anarchici, squatter, autonomi, krunghen, tossicomani ed emarginati della città di Como, con la loro collaborazione. Negli anni seguenti inizia una collaborazione per la progettazione di comunicazione con Antonio Mastroeni, psichiatra innovatore, che si è anche occupato di smantellare il manicomio di Como. Tra il 2004 e il 2006, Tomaso Baj conduce un programma televisivo di 24 puntate in stile ironico-demenziale, ispirato ai Monty Python, allo scopo di combattere il pregiudizio verso le disabilità psichiche e l’approccio basato su falsi pietismi. In seguito diventa progettista di una rivista formato tabloid realizzata all’interno del Dipartimento di Salute Mentale di Como, che ha lo stesso scopo del programma televisivo realizzato negli anni precedenti. Nel 2009 fonda “Grafici Senza Frontiere”, organizzazione che produce comunicazione nel settore dei diritti umani, animali e ambientali nel settore medico, sociale, residenziale, ecologico, di cooperazione internazionale e altro. Attualmente è socio e coordina la produzione della casa editrice Editoriale Lariana, proprietaria del “Corriere di Como”, edizione quotidiana locale distribuita con il “Corriere della Sera”. Tomaso Baj si iscrive nel 2009 al Politecnico di Milano per conseguire la laurea mai tentata prima. Dai professori del Politecnico apprende molte nuove tecniche di comunicazione ma, cosa più importante tra le altre, ha modo di conoscere, convivere e lavorare direttamente con i nativi digitali di origine internazionale, della generazione successiva alla sua, un’esperienza che considera tra le maggiori fortune della sua vita. Tomaso Baj ha una formazione superiore psicopedagogica, è praticante di arti marziali-meditative e di Medicina tradizionale cinese ed è alpinista..

Grafici Senza Frontiere realizza il sito “La Dimora delle Farfalle”, laboratorio artigianale di capi di abbigliamento unici al mondo.

By |2016-12-26T14:32:23+00:00Dicembre 26th, 2016|Categories: Artigianato, Siti|

Load More Posts